Anziano
  Adulto
  Bambino/bambina
  Giovane
   
 
 
 
 
 
     
 
Torna all'home page

SENTIERI MONTANI

 

I sentieri montani tracciati sul territorio sono contraddistinti da banda rossa e verde dipinta su massi o su alberi. Forniamo di seguito una breve descrizione di tutti i sentieri:

 

Sentiero 1

Parte da via Seradello; superate le prime case inizia la strada che sale costeggiando il fosso Cagnù, la strada è sbarrata da un cancello e prosegue su fondo cementato fino alla località Paule di Sotto dove si incontra il primo bivio che porta alla santella Moretti; proseguendo si arriva in località Paule di Sopra dove il sentiero si collega con quello che da Gardone V.T. porta a Domaro.

 

Sentiero 1bis

Partenza da via del Ronco (traversa di via 1850 lato destro) seguendo la freccia che conduce alla bacheca descrittiva all'inizio del tracciato.

Si oltrepassa il torrente Redocla e un piccolo suo affluente, si attraversa una zona con scarsa vegetazione con vista panoramica sulla Valle di Sarezzo per arrivare in località Cagnaghe da dove, seguendo le varie indicazioni collocate in zona, si può proseguire per altre località e altri sentieri (sentiero n. 10 Obertello, Castello, Morine, sentiero n. 5bis da via Leopardi a via Antonini).

 

Sentiero 2

Parte da via Cellini su tratto asfaltato che si collega alla mulattiera, prosegue incontrando due diramazioni che collegano il fondovalle fino a raggiungere al termine ad un antico roccolo, da dove si diramano due vecchi sentieri che conducono alle località Piazze e Vezzala.

 

Sentiero 2bis

Partenza da via Seradello Scuole Elementari dove è posizionata la bacheca descrittiva. Proseguendo si trova la freccia che indica l'inizio del tracciato. Salendo delle scale in cemento si incontra una vecchia mulattiera che sale sul dosso che divide la valle di Gombio da quella del Mella. Il sentiero ripido passa nelle vicinanze di un vecchio roccolo in disuso, si oltrepassa una strada carrabile nei pressi di una piccola casa per arrivare in località Paule di Sotto dove si trova la Santella Moretti. Vista panoramica verso Piazze e Gombio e possibilità di proseguire verso Santa Maria del Giogo o Gardone V.T., come indicato dalle frecce posizionata in zona.

 

Sentiero 3

Partendo da via Oberdan si arriva al cancello dell’acquedotto; si va avanti sulla strada sterrata che prosegue con sentiero e arriva a Forte Macallè. Si prosegue sino alla Stalla delle Secade con ritorno alla scaletta dell’acquedotto.

 

Sentiero 3bis

Partenza da Noboli, si oltrepassa la chiesa e a ca. 50 mt. si trova la bacheca e l'inizio del sentiero.

Si arriva in località Sella Bassa con vista panoramica verso Lumezzane e Villa Carcina.

Si prosegue verso Sella Alta passando per un dosso roccioso e ripido sopra Piazze, con una vista panoramica verso la Valle e il Monte Guglielmo.

Passando nei pressi di un posto di caccia si arriva nei prati di Piazze, dove tuttora è presente una conduzione agricola con mucche e pecore, due vecchie abitazioni e alcuni esemplari di maroni.

Proseguendo, tramite le indicazioni posizionate in zona, si può arrivare in località Gelè.

Dello stesso sentiero fanno parte il sentiero 3bis variante B "la vià dei marù", caratteristico per la presenza di coltivazioni di maroni pregiati, anello Noboli – Noboli e sentiero 3bis variante C con percorso da Noboli verso Piazze e arrivo in località Gelè.

 

Sentiero 4

Parte da fondo di via Avogadro su strada cementata, prosegue fino al bivio che porta a Navezze località Passata.

 

Sentiero 4bis

Partenza da via 1850 (lato sinistro) dove, in prossimità di un parcheggio, si trova la bacheca. L'inizio del sentiero è invece situato più avanti, in corrispondenza di una casa con affresco. Il primo tratto, molto ripido, oltrepassa una strada carrabile e si inoltra in un bosco caratterizzato prima da querce e poi da castagni, fino ad arrivare in località Dosalì, punto più alto del tracciato.

Si scende poi verso la santella di fosso Renati, situata su via Campei, da dove si può agevolmente ritornare al punto di partenza.

 

Sentiero 5

Parte dalla località Passata e prosegue fino a Paer, lì si collega al sentiero che da Gardone V.T. sale per Sant’Emiliano – Navezze.

 

Sentiero 5bis

Partenza da via Antonini nei pressi del bar Bottarelli (100 mt. prima si trova la bacheca illustrativa) dove il sentiero, indicato dalle apposite frecce, sale con pendenza regolare attraversando un bosco di roverella. Si arriva quindi nei pressi dell'acquedotto comunale dove, con un sensibile cambio di pendenza, si arriva sulla strada carrabile che conduce verso località Castello. Si può quindi scendere verso via Leopardi o raggiungere altre località (sentiero n. 10 Obertello, Cagnaghe, Morine).

 

Sentiero 6

Parte da via Caruso; costeggiando il fosso Forador ci si può collegare alla località Gromi Bassi percorrendo un sentiero leggermente impegnativo e ritorno.

 

Sentiero 6bis

Partenza da via Antonini in località Gere dove si trova la bacheca illustrativa. Scavalcando il torrente Gobbia il sentiero arriva in località Sorèch, dove si attraversa un prato, nei pressi di un posto di caccia e di piante secolari di castagno. Il primo tratto è caratterizzato da questa larga strada, probabilmente molto usata in passato, la "via antiga".

Si prosegue per un bel tratto verso il monte Palosso per scendere poi verso Sarezzo, nei pressi del confine con Lumezzane, passando da località Nicolina, per ritornare poi al punto di partenza. Collegamento con il sentiero n. 13.

 

Sentiero 7

Dalla fine di via 1850 parte il sentiero che porta in località Cava. Risalendo arriva alla località Mura fino a Sant’Emiliano.

 

Sentiero 8

Parte da via Cagnaghe in corrispondenza della trattoria Sant’Emiliano, prosegue su strada sterrata fino ad arrivare in località Castol, si attraversa il recinto seguendo il sentiero tenendo la cascina sulla sinistra e si raggiunge il roccolo in località La Rovere. Da lì il sentiero prosegue e si collega con la via Antiga.

 

Sentiero 9

Parte dal termine di via Cagnaghe e segue la strada delle Morine. Scendendo fino alla cascina il sentiero scompare e dove insisteva il tracciato ora è terreno coltivato, riappare il sentiero in prossimità del raccordo con via Pace.

 

Sentiero 10

Parte dalla fine di via Cagnaghe su un tratto asfaltato, arriva al bivio con il sentiero 9, prosegue su strada sterrata passando per le località Casale – Cagnaghe – Obertello; passa all’interno di un cortile privato e lungo il prato adiacente prosegue su sentiero fino alla località Castello e collegamento con sentiero 12 e 5 bis.

 

Sentiero 11

Partenza dalle vie San Faustino, Roma, 1850; dopo un breve tratto asfaltato di 20 metri inizia il sentiero, poco più avanti incontriamo il bivio di collegamento con il sentiero n. 12. Arrivo nei pressi di un vecchio roccolo in località Castello.

 

Sentiero 12

Parte da via Leopardi; al primo tornante collegamento con sentiero 11 a 10 mt.; inizio sentiero e possibilità di collegamento al sentiero 5bis; arrivo in Castello con collegamento al sentiero 10.

 

Sentiero 13

Partenza da via Gere, sale a sinistra e arriva in località Nicolina, a destra arriva in località Sorech; qui ci si può collegare con il sentiero 376 che conduce a Villa o al Monte Palosso. Collegamento anche con il sentiero 6bis.

  Destinatario   Tutti i cittadini.
  A chi rivolgersi   Ufficio Relazioni con il pubblico.
  Dove  

Per informazioni contattare l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P.) presso la sede del Comune in P.zza Battisti n. 4 al 2° piano - tel. 030 8936217 oppure 030 8936218.

 

 

 

  Quando  

L’U.R.P. è aperto al pubblico nei seguenti giorni ed orari:
al mattino:
dal lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 10,00 alle 12,45

giovedì dalle ore 9,30 alle 12,45
al pomeriggio:
lunedì, mercoledì e venerdì dalle 17,00 alle 18,15.

 

 

 

  Come  
  Responsabile del procedimento  

Giovanna Gagliandi

Daniela Belleri

  Responsabile aggiornamento scheda  
  Data aggiornamento scheda  
  Allegati    
  Links  
  Servizio   Servizi di Comunicazione
  Parole chiave   montagna, passeggiata, sentiero, tempo libero



 Powered by ITS
 
Comune di Sarezzo - p.zza Battisti, 4 - 25068 Sarezzo (BS)
tel. 030 - 8936211 / fax 030 - 800155 - comune.sarezzo@comune.sarezzo.bs.it